Notizie

Firmato il Decreto interministeriale sulla sicurezza dei palchi

 

Decreto firmato dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, come riportato nel comunicato stampa del ministero emanato il 21 febbraio 2014.
 
“E’ un decreto” - si legge nel comunicato stampa del Ministero del Lavoro - “che colma un vuoto normativo in materia di salute e sicurezza durante l'allestimento e il disallestimento di palchi per spettacoli musicali, teatrali e cinematografici e di strutture per manifestazioni fieristiche”. “Il decreto finalmente chiarisce i casi in cui è necessario attivare l'organizzazione prevista per i cantieri temporanei o mobili e di conseguenza quando è necessario l'ausilio del coordinatore della sicurezza, sia in fase di progettazione che di esecuzione di lavori, per la tutela della salute e della sicurezza degli operatori che svolgono la loro attività nei settori degli spettacoli e delle fiere”.

 

INAIL: nuovi incentivi 2014

Pubblicato il nuovo bando Incentivi ISI 2013. Dal 21 gennaio all’8 aprile 2014 sarà possibile inserire online i progetti di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza del lavoro.

 

 

Le novitĂ  del bando 2013
In considerazione della difficile congiuntura economica, la copertura dei costi ammissibili è stata innalzata al 65% (lo scorso anno era il 50%) fino a un massimale di 130.000 euro (100.000 euro nel 2012).
Al fine di valorizzare i progetti migliori è stato innovato il sistema dei punteggi e rivisitato l’intero iter procedimentale rafforzando l’azione di assistenza da parte degli Uffici Inail alle imprese ammesse a contributo.
E’ stato inoltre introdotto un nuovo asse di finanziamento, con fondi trasferiti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, per progetti di sostituzione o adeguamento di attrezzature di lavoro messe in servizio anteriormente al 21 settembre 1996.
 
Il finanziamento
- ha per oggetto progetti di investimento e progetti per l' adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, nonché di sostituzione e adeguamento di attrezzature di lavoro messe in servizio prima del 21 settembre 1996; 
- consiste in un contributo in conto capitale pari al 65% dei costi sostenuti per la realizzazione del progetto presentato;
- è compreso tra un minimo di 5.000 euro e un massimo di 130.000 euro (il limite minimo di spesa non è previsto per le imprese fino a 50 lavoratori);
- viene erogato alle imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura.
 
La procedura
La procedura per l’assegnazione degli incentivi Inail ricalca quella adottata nelle edizioni precedenti:
- dal 21 gennaio all’8 aprile 2014 le imprese potranno inserire sul sito dell’Istituto i progetti;
- le imprese la cui domanda abbia raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilitĂ  potranno accedere al sito per ottenere il proprio codice identificativo da utilizzare al momento di inoltrare la domanda online nelle date di apertura dello sportello informatico;
- gli elenchi in ordine cronologico di tutte le domande inoltrate saranno pubblicati sul portale Inail, con l’indicazione di quelle collocate in posizione utile per accedere al contributo.
 
Informazioni
Per avere informazioni è possibile contattare il Contact Center803164 – gratuito da fisso,06.164.164 – a pagamento da mobile, o accedere al sito inail.it
   

 

 

Vedi tutte le altre notizie

Leggi tutto...

La designazione del RSPP non esenta il datore di lavoro dalla responsabilitĂ  per infortunio

 

In materia di infortuni sul lavoro, il datore di lavoro non può andare esente da responsabilità, sostenendo esservi stata una delega di funzioni a tal fine utile, per il solo fatto che abbia provveduto a designare il responsabile del servizio di prevenzione e protezione“.

 

E’ quanto ribadito dalla Corte di Cassazione che, con sentenza n. 50605 del 16.12.2013, ha altresì precisato che “il RSPP non può incidere in via diretta sulla struttura aziendale ma ha solo una funzione di ausilio finalizzata a supportare (e non a sostituire) il datore di lavoro nell’individuazione dei fattori di rischio nella lavorazione, nella scelta delle procedure di sicurezza e nelle pratiche di informazione e di formazione dei dipendenti. Dunque nonostante si proceda, come nel caso di specie, alla nomina di un RSPP il datore di lavoro conserva l’obbligo di effettuare la valutazione dei rischi e di elaborare il documento relativo alle misure di prevenzione e protezione“.

 

novitĂ  sul DUVRI

l’introduzione della figura dell’incaricato in sostituzione del D.U.V.R.I. (Documento di Valutazione dei Rischi da Interferenza, cui è obbligato il datore di lavoro-committente in caso di affidamento di lavori, servizi e forniture a un’'impresa appaltatrice o a lavoratori autonomi all'interno della propria azienda) per settori a basso rischio infortunistico e tecnopatico e
il parametro dei cinque uomini giorno quale limite temporale rispetto al quale non vi è obbligo di compilazione né di redigere il D.U.V.R.I. né di individuare l’incaricato.

A seguito della modifica introdotta dal Decreto del Fare all'articolo 26 del Decreto legislativo 81/2008[1] (T.U. sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, che ha istituito il D.U.V.R.I.) ilD.U.V.R.I. non sarà più l'unica scelta in quanto è stato previsto che il datore di lavoro-committente, se opera in settori di attività a basso rischio infortunistico (che verranno determinati con successivo del Decreto del Ministero del Lavoro da emettersi) potrà, in alternativa, individuare un proprio incaricato, in possesso di formazione, esperienza e competenza professionali, tipiche del preposto, nonché di periodico aggiornamento e di conoscenza diretta dell'ambiente di lavoro, per sovraintendere alla cooperazione e coordinamento dell’attività.


 

 

Associato Aifos

SCS - Studio consulenza Sicurezza e'

AIFOS

AiFOS è un'associazione senza fini di lucro impegnata nella valorizzazione del ruolo della formazione per lo sviluppo della cultura della salute e della sicurezza sul lavoro

Convenzionato EFEI

SCS - Studio consulenza Sicurezza e' CFA e Agenzia Formativa convenzionata con EFEI

Ente Bilaterale e Organismo Paritetico

 

 

Associato Firas

FEDERAZIONE ITALIANA RESPONSABILI e ADDETTI alla SICUREZZA SERVIZI di PREVENZIONE e PROTEZIONE

Know How Certification

Formatore per la Sicurezza sul Lavoro certificato